Michela Salotti

Vai ai contenuti

Menu principale:

MI PRESENTO


Fin da bambina cio’ che mi ha caratterizzata era la mia grande fantasia, amavo disegnare e inventare oggetti, potevo realizzare il mio mondo fantastico attraverso matite colorate e pitture; sono stata stimolata in questo anche dalla passione dei miei genitori per i fumetti classici e i film delle Disney.
Crescendo sono rimasta affascinata anch’io dal mondo dei fumetti, e per una "casualità" ho avuto modo di conoscere l’uomo che tanto mi ha insegnato, il mio concittadino Giovanni Freghieri, meraviglioso artista e uomo di grande cuore conosciuto prevalentemente come disegnatore di Dylan Dog.
Grazie a lui, ho potuto respirare l’aria magica del mondo dei fumetti, e dell’arte e ho scoperto che quella del disegno era la mia strada.
Mentre mi impegnavo a scoprire il mio stile grafico, ho anche iniziato un percorso a carattere spirituale per trovare la mia strada e "chi sono io" veramente…così, tra il tentativo di affermarmi come disegnatrice e i corsi a carattere psicologico ed energetico, è nato in me questo potentissimo pensiero …Cosa ci puo’ essere di meglio che trovare un lavoro che permette di crescere a livello personale e spirituale e si esprime attraverso il disegno?
Così è nato il mio primo fumetto "Vicky Nu Age", racconto autobiografico…un po’ esasperato…che racconta la prima parte del mio percorso artistico/spirituale edito da Fabrizio Filios Editore nel 2007.
Grazie ad un corso di sciamanesimo è nata nel 2009, la collana Piccoli Illuminati edita da Bambini Nuovi Edizioni (ora Uno Editori), che passa informazioni ai bambini, in modo semplice e creativo, con la speranza che le nuove generazioni possano essere molto più equilibrate di noi adulti spesso in crisi di identità.
Da allora, tante le mie collaborazioni con Editori e webtv che trattano temi di crescita personale e spiritualità, è meraviglioso per me poter lavorare e crescere allo stesso tempo, ora sono sulla mia piccola barca nel fiume impetuoso della vita e con un po’ di curiosità mista ad emozione, attendo di scoprire dove la corrente mi porterà…

 
Torna ai contenuti | Torna al menu